Evoluzioni in tema di trattamento dei dati personali dei minori online

Nell'era digitale, la tutela dei dati personali dei minori è un tema di cruciale importanza. Vi sono recenti evoluzioni normative in merito, sia a livello nazionale che internazionale. Vediamo dunque insieme di cosa si tratta.

Il Decreto Caivano e le Misure AGCOM

Il Decreto Caivano impone agli operatori dei siti web italiani che diffondono contenuti pornografici di verificare l'età degli utenti per prevenire l'accesso ai minori. In risposta a questa normativa, l'AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) ha avviato una consultazione pubblica il 25 marzo, invitando le parti interessate a contribuire con riflessioni e analisi sulle possibili misure da adottare. Questa iniziativa mira a definire un quadro di "Age Assurance", ovvero meccanismi affidabili per assicurare l'adeguata verifica dell'età.

Approcci e Principi Adottati da AGCOM

L'approccio di AGCOM non si limita a soluzioni tecniche ma include la riflessione su principi generali. Questi principi devono garantire il rispetto dei dati personali e la minimizzazione delle informazioni raccolte, assicurando che siano strettamente necessarie per verificare l'età. Un altro punto chiave è la gestione della verifica dell'età tramite un soggetto terzo imparziale, che riduca il rischio di uso improprio dei dati.

Il Contesto Comunitario e le Iniziative Internazionali

L'iniziativa di AGCOM non è isolata ma si inserisce in un contesto più ampio di iniziative comunitarie ed internazionali. Ad esempio, il Regno Unito ha messo in evidenza, attraverso il proprio garante per la privacy, l'importanza di sistemi di verifica dell'età adeguati nel proprio piano strategico per il biennio 2020-2025. Queste misure sono essenziali per conformarsi all'Articolo 8 del GDPR, che stabilisce che i minori di 13 anni non possono legittimamente esprimere il consenso al trattamento dei propri dati personali.

Conclusioni

La tutela dei dati personali dei minori online è un tema di crescente importanza che richiede un impegno coordinato a tutti i livelli. Le normative come il Decreto Caivano e le iniziative di enti come AGCOM rappresentano passi fondamentali verso una maggiore protezione dei minori nel vasto e complesso panorama digitale. Man mano che il digitale penetra più profondamente nella vita quotidiana, è imperativo che le misure di protezione evolvano di pari passo per garantire un ambiente sicuro e inclusivo per tutti gli utenti, in particolare per i più giovani.

Le ultime interviste

Ha senso per un libero professionista includere un secondment nel proprio percorso di carriera?

Anna Elena Brolis

Ultimi aggiornamenti sull'illecito di concorrenza sleale per violazione dei principi della correttezza professionale

Emanuela Bianco

Come funziona la comunione dei marchi?

Emanuela Bianco